CHI SIAMO

Dosaggio e somministrazione di Clomid ed efficacia per il trattamento dell'infertilità femminile

Che cosa fa esattamente il Clomid?

Clomid (Clomifene, Serophene) è uno dei farmaci per la fertilità più comunemente prescritti alle donne che non ovulano regolarmente. Clomid agisce facendo credere all'organismo che i livelli di estrogeni siano più bassi di quanto non siano, inducendo l'ipofisi ad aumentare la secrezione di ormone follicolo-stimolante (FSH) e di ormone luteinizzante (LH).

Il clomid viene utilizzato per indurre l'ovulazione (produzione di ovuli) nelle donne che non producono ovuli ma desiderano una gravidanza (infertilità). Il clomifene fa parte di una classe di farmaci chiamati stimolanti ovulatori. Funziona in modo simile all'estrogeno, un ormone femminile che provoca lo sviluppo e il rilascio di ovuli nelle ovaie.

Come devo assumere Clomid per ottenere i migliori risultati?

In genere, Clomid viene iniziato al 3°, 4° o 5° giorno del ciclo mestruale alla dose di 50 mg, una volta al giorno per 5 giorni. Si raccomanda di assumere Clomid alla stessa ora ogni giorno. L'assunzione di Clomid durante la notte può aiutare la paziente a dormire per superare gli effetti collaterali, ma altre donne si trovano meglio al mattino.

Per quanto tempo Clomid funziona per ottenere una gravidanza?

Il protocollo tipico prevede una dose di 50 mg al giorno nei giorni dal 3 al 7 del ciclo mestruale, anche se il trattamento preciso varia da individuo a individuo. La maggior parte delle donne ovula da 7 a 10 giorni dopo l'assunzione delle pillole di Clomid, il che significa che è più probabile concepire nei giorni dall'11 al 21 del ciclo.

Non c'è alcun beneficio nell'aumentare la dose di clomifene se si verifica l'ovulazione, anche se non si verifica una gravidanza. Quasi tutte le gravidanze si verificano entro i primi sei cicli ovulatori con l'uso di clomifene, e i benefici di continuare il trattamento con clomifene dopo sei cicli ovulatori infruttuosi sono scarsi.

Rischi dell'assunzione di Clomid quando si è già ovulatori

Le persone che già ovulano e a cui viene prescritto Clomid possono andare incontro a una superovulazione, o a un'iperstimolazione ovarica controllata. Durante questo processo, una persona rilascia più di un ovulo al mese, il che può aumentare la possibilità di gravidanza.
Anche se la superovulazione è considerata un processo a basso rischio da alcuni medici, è importante parlare con il proprio medico di tutti i possibili effetti collaterali.

Clomid e possibilità di avere figli multipli

L'assunzione di Clomid aumenta la possibilità di avere figli multipli. In una revisione di 42 studi randomizzati e controllati, che ha preso in considerazione 7.935 donne con PCOS di età compresa tra i 18 e i 40 anni che assumevano clomifene citrato o letrozolo, l'1,7% delle gravidanze assistite da clomifene ha dato origine a gemelli o multipli di ordine superiore.

In un altro importante studio finanziato dal National Institutes of Health, 750 donne con PCOS di età compresa tra i 18 e i 40 anni sono state assegnate all'assunzione di clomifene citrato o letrozolo, e il 7,4% delle pazienti che assumevano clomifene citrato è rimasto incinta di due gemelli.

Tasso di successo di Clomid

Le percentuali di successo sono difficili da prevedere e spesso diminuiscono con l'età. Nello studio finanziato dal NIH nel 2014 e pubblicato sul New England Journal of Medicine, il 19,1% delle pazienti che assumevano clomifene citrato ha ottenuto una gravidanza di successo con un parto vivo[5]. Nel frattempo, nella revisione del 2019 di 42 studi pubblicata sull'American Family Physician, il 21,4% delle pazienti che assumevano clomifene citrato ha portato a termine con successo la gravidanza, con conseguente nascita di un bambino vivo.

L'FDA raccomanda di non assumere più di sei cicli di Clomid. Se il Clomid non ha funzionato per voi, ci sono molti altri trattamenti per la fertilità che potete esplorare.